Skip to main content
Social housing a San Giustino - Fabricamus

Sono iniziati recentemente i lavori per la realizzazione di un intervento di “Social Housing” nel Comune di San Giustino, di cui lo studio Fabricamus ha curato il progetto architettonico, strutturale e impiantistico. L’ente promotore ed esecutore è l’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale della Regione Umbria (A.T.E.R.), cui risulta assegnato un finanziamento P.N.R.R.; l’impresa esecutrice è R.A. Costruzioni srl, con sede a Collazzone (PG).

L’intervento di progetto prevede la demolizione completa dell’edificio esistente, i cosiddetti ex magazzini comunali e la realizzazione di n. 12 unità abitative dislocate in un complesso architettonico riconducibile alla tipologia “a corte”.
La composizione volumetrica con corte interna è stata scelta prevalentemente per due motivazioni: in primis si è voluto ricercare un assetto che permettesse di mantenersi su due piani, senza interrati, distribuendo le superfici necessarie nello spazio edificabile a disposizione; infine si è voluto creare uno spazio pertinenziale “protetto” dalla pubblica viabilità di Via degli Alfieri, esclusivamente pedonale, che potesse essere percepito non come spazio condominiale ma come spazio “comune”
Tale spazio adibito a “corte comune” ospita quattro nuove piantumazioni, ed inoltre presenta diversi punti di accesso e diverse visuali sul contesto urbano e agricolo.
Per evidenziare questo obiettivo del progetto, la scelta dei prospetti esterni è stata trattata differenziando il paramento murario del piano terra, in mattoni facciavista, dal rivestimento a listelli verticali del piano primo; tale soluzione interessa anche lo sporto di gronda (intradosso).
Questa divisione a fasce orizzontali determina una percezione meno invasiva dei volumi costruiti.
In copertura si è scelta una soluzione prettamente funzionale, ovvero la copertura piana che ospita i pannelli fotovoltaici, posizionati in relazione alle unità immobiliari di pertinenza.
L’accesso al livello delle coperture è particolarmente agevole in quanto all’interno delle corte è presente un vano scala aperto perimetralmente che sale in copertura.
Tutti i vani scala sono a tutti gli effetti spazi esterni, in quanto sono protetti in copertura, ma sprovvisti di pareti perimetrali.
Al piano terra, le quattro unità residenziali sono dotate di corte esterna: solo per tali porzioni di terreno è prevista la sistemazione a prato, a cura e spese dei futuri locatari.
Per lo spazio della corte interna, si prevede invece una superficie completamente pavimentata, per contenere eccessivi costi di gestione e di manutenzione futura.