Skip to main content

Progetto dello studio Fabricamus Architettura e Ingegneria

Chi non vorrebbe perdersi a osservare il cielo, comodamente seduto in poltrona? In questo soggiorno l’altezza è stata modellata con ingegno intorno alla luce. Il lucernario particolare consente un’illuminazione zenitale che inonda l’ambiente di luce e conduce lo sguardo lontano. Linee architettoniche ultra-contemporanee e arredamento moderno si armonizzano.

Particolarità del soggiorno. «L’aspetto più importante su cui ho puntato per gli spazi interni è costituito da un “vuoto” centrale, ovvero uno spazio a doppia altezza (anzi, tripla) che culmina in un lucernario molto grande, da cui entra una luce zenitale di grande effetto. Anche il piano primo si affaccia sul soggiorno per mezzo di questo “vuoto” centrale, e quindi anche dalla zona notte si può vedere il cielo attraverso il lucernario».

L’estetica scelta. «Gli interni sono ispirati al linguaggio minimalista contemporaneo, anche se la soluzione del “vuoto centrale” è ispirata all’impluvium romano, ovvero il cortile situato all’ingresso della domus e aperto sul cielo, con funzione di raccolta dell’acqua piovana. In questo caso potremmo dire… “impluvium di luce”»

Tratto dal sito www.houzz.it